in

Salone del Cavallo Americano: una fiera di passione western e giovani talenti

La World Youth Reining Cup scopre i futuri campioni del reining

L’Italia, a fine maggio, si è sdoppiata tra monta inglese e monta americana: in co-presenza al concorso di salto ostacoli di Piazza di Siena, si è svolto, a Cremona, il 36º Salone del Cavallo Americano. 

Dal 26 al 28 maggio, la località lombarda si è cambiata d’abito e ha ospitato alcune delle discipline più popolari del mondo western: cutting e team penning, che vedono come protagonisti cavalli e mandrie di vitelli, reining, spesso chiamato il “dressage” della monta americana, e horsemanship, un particolare tipo di addestramento. A contorno, espositori e balli country, anche questi ultimi con una competizione di Country Line Dance.

World Youth Reining Cup

Sabato 27 si è tenuto l’evento più atteso del weekend: la finale del NRHA (National Reining Horse Association) European Futurity, gara riservata a cavalli di quattro anni, e dell’APHA (American Paint Horse Association) European Futurity, per puledri di quattro anni esclusivamente di razza Paint Horse.

I cavalieri sono stati divisi in base alle categorie, dai “green level” agli “open”, e hanno dato spettacolo per cinque giorni, da martedì a sabato.

Inoltre, nella stessa giornata si è disputata una particolare competizione: la World Youth Reining Cup, esclusiva per cavalieri da tutto il mondo ma solo dai 18 anni in giù.

La spettacolarità consiste nella modalità: i giovani ‘riders’ si sfidano non montando i propri animali come per qualunque altra gara, ma scoprendo direttamente in fiera il cavallo con cui si sarebbero giocati il podio, messo a disposizione da allevatori locali, e avendo poi a disposizione appena tre giorni per trovare la giusta armonia per scendere in arena il sabato.

Storia della World Youth Reining Cup

La World Youth Reining Cup nasce per volontà di João Marcos, padrone del Cardinal Reining Horses (in Texas), e venne organizzata la prima volta nel 2019 a Cremona, dove vinsero in co-championship l’italiano Matteo Bonzano e lo spagnolo Andreu Nogué Puig.

Essendo il reining una disciplina dove è previsto un punteggio finale, dato dalla somma dei punteggi per ogni singola manovra (movimento) eseguita, è possibile che avvenga un ex-aequo.

Si sarebbe dovuta svolgere in Germania l’edizione 2020, ovviamente annullata per il Covid; stessa sorte per il 2021.

Per l’edizione 2022, trasferitasi oltre oceano, per la precisione ad Avaré, in Brasile, l’idolo di casa Gabriel Cordeiro Martins e il quarter horse Doc San Whiz la fecero da padroni; seconda classificata la nostra connazionale piacentina Rebecca Folcia, anche quest’anno selezionata come rappresentante per l’Italia.

Salone del cavallo americano

Salone del cavallo americano: le impressioni di Rebecca

Siamo così andati a sentire le sue sensazioni, dopo un meritato secondo posto guadagnato con il punteggio di 213.

Rebecca ha 18 anni, ma monta da quando ne aveva appena sette. È seguita da Angelo Benedusi presso la scuderia ‘Fata Morgana’ a Villanova sull’Arda, in provincia di Piacenza.

Ha iniziato, come tutti, dalle gare locali, per poi arrivare, con la fatica e i sacrifici, agli ‘special event’ internazionali e alla convocazione ai mondiali di luglio 2023 a Ginevra insieme al suo cavallo di punta.

La preparazione insieme alla sua ‘compagna per un giorno’, la quarter horse palomina di sette anni Shine Chic Bonita (di proprietà di Andrea Ghizzoni), è stata breve, ma ha portato comunque degli ottimi frutti. Rebecca ha dato prova, ancora una volta, della duttilità dei nostri atleti e della grande preparazione dietro ai cavalli italiani.

È stata una bella sfida per tutti questi ventiquattro giovani ‘reiners’. A trionfare, però, è sempre uno e quest’anno il titolo di ‘Champion’ è andato alla giovane brasiliana Annas Astrid che, in sella a Jerry Show Step (della Ambrosini Quarter Horses ASD), ha dominato la classifica finale con il punteggio di 215 e riportando la coppa, ancora una volta, in America.

Terza classificata Burlyn Breedt, dal Sud Africa, e Shine Whiz Shine (del Matese Ranch), con il punteggio di 210.

https://www.irha.it/it/campionato/stagione-2023/ordini-score-risultati-2023/risultati-derby-irha-irhba-fise-nrha-2023.html

https://salonedelcavallo.com

Articolo scritto da Cristina Castagnola

Appassionata di equitazione, fotografia e tanto amore per qualunque sport. Tutto ciò che riguarda l’arte, in ogni forma, occupa un posto importante nel mio cuore.
Laureata in lingue in triennale e in comunicazione in magistrale (work in progress).
Nessuna paura di faticare, in Liguria siamo abituati a lottare anche contro la nostra stessa terra.

Cosa ne pensi del post?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

    Silbio Berlusconi trofei Milan

    Silvio Berlusconi, vedere dove non si può

    Rickey henderson

    Rickey Henderson, l’arte di correre e rubare