Zanardi

Tra coraggio e follia, Alex Zanardi ha riposizionato i limiti dell’impossibilità relativa allo sport, ha spostato l’asticella del “niente è impossibile” collocando la sua immagine positiva tra gli esempi da seguire per audacia e nelle eccezioni da valutare per pazzia.

Per fare il Pilota non devi essere del tutto normale. Ma solo chi non lo è raggiunge risultati sportivi oltre la norma, solo chi sfida gli altri e se stesso fuori misura descrive in modo completo la parola “oltre”. Inverosimilmente è diventato uno sportivo vincente (per il grande pubblico) dopo aver quasi perso la cosa più importante, la vita, in un incidente che ha cambiato le sorti di un uomo che non sa andare piano e che non ha nessuna intenzione di andarci. Ha rivoluzionato le sue sorti lasciando intatta la sua identità, ha continuato a correre cambiando il modo di farlo, ha riposizionato obiettivi e palcoscenici solo come i Campioni sanno fare. Già, i Campioni, quelli che non dipendono dal risultato sportivo o dal successo ma solo ed esclusivamente dal modo in cui affrontano le sfide, come le accettano, come provano a superare i propri limiti.

Zanardi ha insegnato, nello sport, cosa vuol dire Vincere dando dettaglio della sua essenza, quella che si fonda non sul Cosa ma sul Come e che al centro vede l’uomo, con le sue cadute, il suo impegno, la sua audacia e la sua passione.

Zanardi è spunto e ispirazione per chi deve opporsi ad un destino che può sembrare avverso ma che invece può riservarti stupori e sorrisi, e che forse ha stupito anche lui. E’ proprio quando ci si stupisce di se stessi, del superamento dei propri limiti e delle individuali possibilità che inizia la strada dello sportivo “no limits” e delle sue future avventure verso nuove battaglie da vincere.

Zanardi con il suo modo educato e mai aggressivo nasconde quel cannibalismo sportivo che è solo dei più grandi e che dimostra quanto sia nato per fare quello che fa, quanto la parola “oltre” per lui sia solo un altro ostacolo da superare.

Continua a leggere

Consigli
L'abatino, il pupone e altri fenomeni
Approfondimenti
River Plate Boca Juniors

Commenta il post

avatar
  Notifiche  
Notificami