in ,

D'accordoD'accordo InnamoratoInnamorato Buono a sapersiBuono a sapersi

Onde di libertà: il Surf come arte per vivere il presente

La filosofia del surf: oltre lo sport, un viaggio verso la libertà e la consapevolezza

Chiudiamo gli occhi per un istante, lasciandoci alle spalle il caos cittadino e immergendoci nel fascino dell’oceano.

Seduti su un longboard, in una giornata di sole, con il vento tra i capelli, aspettando l’onda perfetta. Qualche secondo ancora ed eccola arrivare: pochi e semplici movimenti e in un attimo scivoliamo via sulla cresta dell’onda, l’adrenalina e l’eccitazione si mischiano con un senso di libertà assoluta.

Siamo concentrati e al tempo stesso leggeri, in totale connessione con l’oceano, lontani da ogni pensiero, rimasto sulla terraferma. Il mondo esterno si dissolve, lasciando spazio a questa magnifica danza.

Questa è la bellezza del surf: un’arte di vivere il presente.

In un mondo sempre più frenetico, il surf emerge come uno sport che va oltre la competizione, diventando un rifugio dove il tempo si dilata e la mente si libera.

Non solo una disciplina olimpica, ma un’esplosione di emozioni uniche racchiuse in pochi attimi: la serenità e la pace che si respirano durante l’attesa paziente e concentrata dell’onda, sospesi tra cielo e mare, l’eccitazione mentre ci si prepara a cavalcarla, l’adrenalina mentre si scivola veloci su di essa.

surfer donna

Il surf diventa dunque una pratica meditativa in movimento, dove ogni istante sulla tavola diventa un’opportunità per essere pienamente presenti. La concentrazione richiesta per interpretare le onde e cavalcarle diventa un esercizio di consapevolezza, aiutando a liberare la mente dalle preoccupazioni quotidiane.

Il surfista diviene così un moderno filosofo del mare, abbracciando la natura effimera delle onde e apprezzando la bellezza dell’istante. In un presente in cui la tecnologia e la frenesia digitale spesso dominano le nostre vite, il surf ci educa all’essenziale, ci riconnette con la semplicità della natura e con noi stessi.

Esplorando nuovi spot, percorrendo chilometri di costa in cerca delle condizioni ideali, si sperimenta un senso di libertà e avventura unici. Inseguendo le onde si incontrano infatti paesaggi mozzafiato: spiagge dorate, scogliere frastagliate, baie isolate circondate dalla natura, piccoli villaggi di pescatori.

Questi luoghi diventano il palcoscenico di un’esperienza che va oltre lo sport, trasformando ogni sessione di surf in un viaggio in cui la bellezza del mondo circostante si fonde con la passione per l’oceano.

Surf onde

Una passione che trova spazio nel cuore di molti, creando una comunità unica e globale: dai cosiddetti “locals” ai viaggiatori, tutti si ritrovano sulla stessa lunghezza d’onda, legati dall’irrefrenabile voglia di fondersi con l’oceano.

La tavola diventa il mezzo di comunicazione, e gli spot si trasformano in luoghi di incontro dove si condividono storie, esperienze e consigli: si diventa tutti una grande famiglia, basata sul rispetto reciproco e per la natura. Il surfista sviluppa un rapporto intimo con essa, instaurandoci un dialogo silenzioso, diventandone parte integrante. Solo così potrà entrarci in completa sintonia, capendo al meglio i venti, le correnti, le maree, il picco: gli ingredienti essenziali per cavalcare l’onda perfetta.

Non a caso sentiamo spesso parlare di un vero e proprio stile di vita, in cui l’oceano, il cielo e la tavola sono i veri tesori.

Articolo scritto da Davide Picchiotti

Sono un Ingegnere civile trentenne innamorato dello sport, da sempre una parte meravigliosa della mia vita: iniziando con la Pallavolo, il mio primo vero grande amore, piu recentemente con il Surf, una passione tanto inattesa quanto coinvolgente.

Cosa ne pensi del post?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

    dalla cowboys

    I Dallas Cowboys, America’s team

    sinner australian open 2024

    Jannik Sinner: una vittoria oltre lo sport