in

God Save The Queen

Save The Queen.

1 sola Nazione rappresentata nelle due finali europee.

3 Club di Londra, la capitale europea più cosmopolita.

4 Allenatori stranieri, di 4 paesi diversi.

100 giocatori di cui 30 inglesi.

Tutte con un unico filo conduttore: l’interpretazione delle gare con un ritmo che difficilmente cambia nel corso dei 90’, in tutte le fasi di gioco, dal pressing alla gestione della palla, dall’attacco dello spazio alla transizione.

Sono squadre costruite in modo intelligente e nelle quali i tecnici sono riusciti ad inserire le loro caratteristiche.

  • Klopp ha saputo esaltare le capacità atletiche e caratteriali di una squadra che corre, lotta, vince e esalta.
  • Sarri attraverso una fase offensiva avvolgente e partecipata ha lentamente dato fisionomia ad una squadra inglese (e non è facile..).
  • Emery con il suo metodo maniacale presenta probabilmente la squadra della premier league che più interpreta l’avversario.
  • Pochettino ha saputo valorizzare giocatori e gruppo con prestazioni costanti e di altissimo livello.

Tutte, forniscono un’intensità d’azione che è la chiave del successo e delle loro finali.

Il calcio inglese, l’Ajax, mandano un segnale chiaro al mondo del calcio e al suo modello di prestazione vincente che passa attraverso i concetti di Intensità, Densità, Dinamismo, Semplicità, Partecipazione e Personalità.

Le 4 squadre finaliste sono veloci, dinamiche, tutte con giocatori di qualità e forza in mezzo al campo, tutte con ali veloci e che sanno alternare l’attacco della profondità e il taglio con la palla al piede, tutte con difensori centrali bravi nel gioco aereo, tutte con portieri di altissimo livello.

Sono squadre pensate e gestite, non probabilmente le migliori, ne di oggi ne di sempre, ma sicuramente quelle che esprimono la miglior qualità alla massima velocità possibile.

Articolo scritto da Matteo Schiavone

Maturità scientifica, centrocampista non sufficientemente abile per fare il professionista con continuità, laureato in Scienze Motorie e specializzato in Management dello sport, Allenatore di Calcio e Calcio a 5 (Futsal ci piace di più) dal 2007, appassionato di Storia, Musica e Cinema con scarse attitudini allo studio ma spiccate inclinazioni alla curiosità.

Cosa ne pensi del post?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Playlist Musica e Sport

La mia Playlist – Ed. 18

Playlist Musica e Sport

La Mia Playlist – Ed. 19