in ,

Disponibilità, attenzione e qualità

Perché la Passione non possa mai essere né un alibi né una colpa

Torno dopo molto tempo a scrivere, torno dopo un blocco personale verso una delle cose che amo di più, lo Sport e ciò che rappresenta.

Capita. Proprio come un attaccante che non vede più la porta e perde fiducia, come un arciere che trema prima di far scoccare la freccia, come uno scrittore che tiene le mani ferme davanti alla tastiera ed un foglio word vuoto.

Oggi torno con una riflessione. E lo faccio nei giorni in cui si ricorda la morte di un ragazzo, Gabriele Sandri.

Un 26 anni che non doveva andarsene, un ragazzo/uomo che seguiva una delle sue Passioni.

E penso che la Passione non possa mai essere né un alibi né una colpa.

La Passione è la spinta ad imparare a seguire e rispettare ciò che ami.

E se rispetti ciò che ami diventa parte di te.

Ti rende più forte attraverso i suoi pregi, ti rende più aperto attraverso i suoi difetti.

TI insegna a guardare il mondo in modo diverso.

In queste settimane ho utilizzato spesso le parole Disponibilità, Attenzione e Qualità.

L’ho fatto ad un gruppo di giovani cercando di far passare il concetto che amare ciò che fai non è solo cercare di farlo ma è anche sviluppare quelle 3 parole mettendoti al servizio della tua Passione.

Svilupparle attraverso delle equivalenze pratiche e non teoriche che riempiono la Passione come una palla che rimbalza e non la lasciano nell’aria come una bolla di sapone. Gli danno sostanza, gli consegnano delle responsabilità.

Mettere disponibilità ti obbliga al Sacrificio, al miglioramento per vivere meglio lo sforzo tuo e del tuo compagno o del tuo avversario.

Dare Attenzione è il risultato della Determinazione per ottenere un obiettivo, l’impegno dovuto al tempo speso e non perso.

Cercare la qualità per divertirsi di più, per rendere la Passione ancora più forte e ambire a farla diventare più grande.

Poi ho pensato a quanto sia importante sbagliare mentre si fa questo percorso e quanto sia decisivo non essere soli mentre lo si fa.

L’Errore, il confronto, lo scontro, la riflessione, la condivisione. Il percorso virtuoso che rende gli uomini migliori.

Le relazioni sono lo sfogo della Passione nella sua accezione più complicate perché condividere ciò che ami è una delle cose più difficile e meravigliose da fare.

Chiudo con l’Identità e la Rappresentanza. Chi segue la sua Passione ha voglia e bisogno di trovare spazio, tempo e rifugio in un insieme che lo identifichi e lo rappresenti, la casa da difendere, le ore da spendere, l’abbraccio dopo la sconfitta.

Spero di riprendere con slancio.

Ho già qualcosa in canna.

 

Articolo scritto da Matteo Schiavone

Maturità scientifica, centrocampista non sufficientemente abile per fare il professionista con continuità, laureato in Scienze Motorie e specializzato in Management dello sport, Allenatore di Calcio e Calcio a 5 (Futsal ci piace di più) dal 2007, appassionato di Storia, Musica e Cinema con scarse attitudini allo studio ma spiccate inclinazioni alla curiosità.

Cosa ne pensi del post?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

    zatopek

    Emil Zatopek. Quando lo sport si immerge nella storia e insegna a vivere.

    Tonya (film)

    Tonya